Cerca
  • DonatellaSilvia Rossi

OCCHI FUOCO INTENTO DIGERISCO

AYURVEDA PRATICA DI ROUTINE QUOTIDIANA OCCHI DINACHARYA


Gli occhi sono espressione dell'elemento fuoco, Agni.

Agni, fuoco vitale, si Riflette nel Sole come nel nostro intestino.

AGNI e' la capacita' trasformativa assunta dal corpo mente enozioni: la vita e' cibo in cottura. Per cibo si intendono tutte le informazioni che assumiamo dall'esterno e portiamo all'interno! Come?

Attraverso gli organi di senso ci immergiamo nel mare esperienziale per poter ricordare il senso della Vita...

Akshitarpana, dal Sanscrito, indica la pulizia degli occhi.

Il trattamento consiste nel mettere negli occhi fluidi e/o sostanze untupse. E' una terapia che migliora la vista, allevia la rigidita', il dolore e la ruvidita' intorno agli occhi, rafforzando e proteggendolibdai raggi del sole.

Ilbtratramento e' guidato dal terapista, sotto indicazione del medico.

Per un trattamento domestico deglibocchi:

Praticare il mattino presto, prima di andare a dormire.

Cosa serve:

Un oculare, ovvero un piccolo contenitore di vetro per lavare gli occhi.

Un lavandino

Un asciugamano di cotone

Dopo essersibdedicatinallecpratichecdibpulizia del cavo orale e il viso, versare il tonico di triphala nell'oculare (triphala e' miscela churns di tre frutti: amlaki, Bibitaki, Heritaki. In un bicchiere di vetro miscela acqua calda e un cucchiaino di triphala. Fai riposare per l'intera notte. La mattina filtra con una garza per ottenere il l tonico).

Chiudere gli occhi, piegarsi lievemente in avanti e coprire velocemente l'occhio destro con l'oculare pieno di liquido.

Tieni l'asciugamano a portata di mano.

Dopo aver coperto di liquido l'occhio con l'oculare piega la testa velocemente indietro e comincia a chiudere ed aprire gli occhi nel fluido per circa 15 20 secondi (conta interiormente 1 - 1, 2 - 2,.. Fino a 20).

Poi piegati in avanti, solporgendo sopra il lavandino, allentare l'oculare e asciuga il liquido in eccesso.

Ripeti tutta la pratica a sinistra.

Puoi anticipare la pratica dedicata agli occhi con il Kavalagraha (gargarismi), usando la triphala filtrata.

Kajal

Se il collirio riesce a pulire lo sporco, alleviando il bruciore degli occhi, il Kajal, permette ai bulbi oculari di ricevere un massaggio grazie alla composizione a bade di ghee o cocco.

Il massaggio dei bulbi oculari favorisce la circolazione sanguigna degli occhi e quindi migliora la vista.

Il Kajal protegge dai forti raggi solari.

Gli occhi sono collegati a Pietra Dosha, on estate fortemente sollecitato.

Gli occhi sono la sede do alochaka Pitta: la protezione è cura preventiva degli occhi favorisce la buona funzionalita' della messa a fuoco!

Assicurati che la composizione del kajal sia integralmente naturale. Sempre piu' difficile trovare rimedi naturali integri, soprattutto se prodotti su larga scala.

In alternativa!? Non usarlo è sostituisci con azioni semplici la routine dedicata agli occhi.

L'obiettivo generale e' sempre Semplificare... In continuo ascolto di noi stessi e soprattutto, adoperare concentrazione e presenza in cio' che si fa.

La ginnastica oculare, unita al l'intento, craxccolti in un atteggiamento di cuore aperto permette di nutrire in Pienezza la Vita.

Scrivimi se hai domande, o desideri ricevere in pdf Essere Umani e Terra che Nutre.

dona.silvia@inwind.it

Achala

Aum Shanti Shanti Shanti Aum





13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti